Facebook Twitter Linkedin blog
Mandaci una email : sales@tourdecycling.com
Casa Notizia

Recensione della bici XC Pinarello Dogma XC del campione del mondo

Recensione della bici XC Pinarello Dogma XC del campione del mondo

May 06, 2024

La Pinarello Dogma XC è stata progettata dal pilota dell'Ineos Grenadiers Tom Pidcock, che ha vinto il primo round della Coppa del Mondo UCI XC a Novo Mesto.

Dopo un anno con Pidcock e Pauline Ferrand-Prévot, Dogma XC è ora pronto per il rilascio commerciale.

Il Dogma XC rimane sostanzialmente lo stesso del primo prototipo, con solo alcune modifiche alle bielle e un design più leggero su richiesta di Ferrand-Prévot.

Le moto disponibili per l'acquisto sono sostanzialmente le stesse utilizzate dai due campioni del mondo, con alcune modifiche nella componentistica.

Nel progettare la bici, Pinarello e Pidcock volevano raggiungere quattro obiettivi chiave: rigidità estrema per la massima reattività, capacità di adattamento alla corsa delle sospensioni su percorsi diversi, cinematica progressiva e leggerezza combinata con capacità di manovrabilità nelle discese tecniche.

La bici è progettata per i corridori d'élite e la sensazione di guida lo riflette. Il triangolo posteriore rigido e il movimento centrale forniscono un trasferimento di potenza impressionante.

Il rilascio del Dogma XC segna la rinnovata attenzione di Pinarello alla mountain bike e prevede di espandere la sua gamma MTB.

Il telaio Pinarello Dogma XC è realizzato con la fibra di carbonio premium del marchio, Toray M40J, e ha una forma unica.

Il triangolo posteriore presenta un design asimmetrico brevettato che aumenta la rigidità sul lato non di trasmissione per compensare la potenza che il ciclista esercita sul lato di trasmissione, creando una piattaforma estremamente rigida per un trasferimento di potenza efficiente.

Il design del movimento centrale è unico per il telaio. Pinarello afferma di avere un triangolo ritagliato che ottimizza la rigidità fornendo allo stesso tempo spazio per cuscinetti sovradimensionati e un solido punto di articolazione nel triangolo posteriore.

Il design del triangolo posteriore diviso di Pinarello combina due "mezzi triangoli" attorno al punto di articolazione principale, eliminando la necessità di collegare i foderi verticali e quelli orizzontali. Si dice che questa innovazione riduca la lunghezza del fodero orizzontale, migliori la manovrabilità e migliori la reattività.

Si dice che il design riduca l'accumulo di fango e fornisca spazio per pneumatici fino a 2,4 pollici.

Il collegamento dell'ammortizzatore è in alluminio ed è regolabile per una maggiore escursione posteriore; Sono compatibili gli ammortizzatori posteriori da 90mm (190x45mm) e 100mm (210x50mm), mentre il telaio può ospitare forcelle anteriori da 100mm o 120mm.

Tutti i modelli sono dotati di cambio elettronico, ma il telaio è compatibile con trasmissioni meccaniche e nel telaio è presente un foro per i cavi sotto la protezione del fodero orizzontale.

Il telaio può ospitare guarniture fino a 40 t e monta due bottiglie d'acqua sul tubo obliquo, rendendolo ideale per i maratoneti o gli allenamenti su lunghe distanze.

Fox offre anche un reggisella telescopico Transfer SL montato su cavo con caduta di 100 mm e rivestimento Kashima.

La bici è equipaggiata con ruote in carbonio DT Swiss XRC 1200 Spline calzate con pneumatici da corsa semi-slick Maxxis Rekon Race da 2.35 pollici.

Pinarello opta per il deragliatore elettronico SRAM.

Lasciate un messaggio
Lasciate un messaggio
Se hai domande o suggerimenti, ti preghiamo di lasciarci un messaggio, ti risponderemo il prima possibile!

Casa

Prodotti

whatsapp

contatto